ALGHE:BENEFICI PER L’ORGANISMO

-by Dott.Andrea Rizzo-

integratori_aloeforever

Le proteine delle alghe sono di struttura molto semplice e comprendono tutti gli amminoacidi essenziali equamente proporzionati. In particolar modo il profilo aminoacidico delle microalghe è equiparabile a quello dell’albumina.
Se l’apporto proteico delle alghe brune è relativamente limitato (circa il 10% in Laminaria Digitata e Himanthalia Elongata) nelle alghe rosse può superare il 30% (Porphyra Umbilicalis 35%). Nelle microalghe verdi o verdiazzure Chlorella Pyrenoidosa e Spirulina Platensis le proteine sono superiori al 60% del peso secco.

La digeribilità in vitro delle proteine algali, dopo l’estrazione e l’impiego di enzimi proteolitici (pepsine, etc) supera mediamente il 70%.
I risultati in vivo sono piuttosto contradditori ad eccezione delle microalghe Spirulina Platensis e Chlorella Pyrenoidosa la cui digeribilità proteica è superiore al 60%. Per le alghe marine la forte presenza di polisaccaridi non digeribili è suscettibile di fissarsi alle proteine riducendone teoricamente la possibilità di assimilazione.

Dobbiamo considerare le proteine fornite dalle alghe di prima classe ad elevata digeribilità.
L’alimentazione nutriceutica con le Alghe ha lo scopo di fornire di fornire la quantità di aminoacidi ottimale per le cellule dell’organismo, prendendo in considerazione il fabbisogno individuale e limitando al contempo l’eccessiva assunzione di proteine.

Non si giudica il merito di un uomo dalle sue grandi qualità ma dall'uso che ne sa fare.
Andrea Rizzo
andrea