ASPARAGI DRENANTI E DEPURANTI

-by Dott.Andrea Rizzo-

asparagi

L’asparago è una pianta erbacea perenne, originaria dell’Asia, appartenente alla famiglia delle Liliace;

Gli asparagi Arrivano a maturazione proprio nella stagione giusta, in primavera, quando avvertiamo il bisogno di sgonfiarci e perdere qualche chilo in vista dell’estate.
Così gli asparagi, sia di campo, dal gusto più delicato, sia selvatici (di bosco) dal gusto più asprigno, ma gradevole e appetitoso, diventano preziosi alleati della dieta.
Poveri di lipidi e ricchi di proteine (A, B, C e E) risultano davvero ipocalorici (solo 29 calorie totali) in base alle tabelle fornite dall’Istituto Nazionale di Nutrizione e quindi presenti in tutte le diete dimagranti. Appetitosi anche cotti al vapore (solo la parte verde più tenera, cioè il turione), con l’aggiunta di un goccio di olio e limone o una spruzzata di parmigiano possono tranquillamente diventare un piatto unico.

Diuretici e depurativi. Ricchi di fibre, favoriscono la diuresi (che per la presenza dell’asparagina produce un odore piuttosto sgradevole) e sono alleati preziosi nell’allontanare dall’organismo l’eccesso di lipidi e le scorie prodotte dal metabolismo. Il potassio contenuto in elevata quantità, in particolare negli asparagi selvatici, fornisce un buon contributo allo “scarico” dei liquidi e aiuta a risolvere il problema delle gambe pesanti e dei crampi.
Attenzione però: la presenza dell’acido urico può invece causare problemi a chi soffre di insufficienza renale, nefrite o gotta.

Antiossidanti. Grazie alla vitamina A e al carotene, rappresentano un vero e proprio elisir di giovinezza per la pelle e le mucose. Gli asparagi inoltre contengono l’acido folico, un prezioso antiaging, che favorisce il moltiplicarsi dei globuli rossi e delle cellule staminali.

Curiosità: l’asparago è consigliato alle donne in gravidanza, proprio per la presenza dell’acido folico, perché aiuta a prevenire alcune gravi patologie nei bambini, come la spina bifida.
Quali acquistare. Scegliete gli asparagi (bianchi o verdi, di bosco o di serra), osservando con attenzione gambo e punte. Il primo deve essere sodo, fresco e di colore verde intenso, che denota maggiore concentrazione di elementi nutritivi, e le seconde ben chiuse e compatte.

 

Insieme inizieremo un percorso ricco di soddisfazioni verso il raggiungimento dei tuoi obbiettivi. Il protagonista sei tu, sei tu il padrone della tua vita, della tua forma del tuo benessere!
Claudio Garombo
claudio