CACAO: POLVERE MAGICA O SOSTANZA PERICOLOSA?

-by Personal Trainer Mattia Simonetti-

2015-04-23_102836

Consumare un pezzo di cioccolata migliora rapidamente l’umore:sono d’accordo sia i consumatori sia gli scienziati. La cioccolata fa bene ai bambini prima ancora della nascita, come hanno stabilito nel 2004 alcuni ricercatori finlandesi.
Questi risultati dicono che se, durante la gravidanza, le mamme consumano quotidianamente un pò di cioccolata, i loro piccoli a sei mesi si dimostrano più attivi e felici, una valutazione ottenuta misurando la frequenza delle loro risate o dei loro sorrisi.

Ma in che modo la cioccolata migliora l’umore?L’organismo ha una carenza di alcuni aminoacidi essenziali, importanti fra l’altro per la produzione dei neurotrasmettitori, le molecole messaggero scambiate fra neuroni. Il triptofano serve come prodotto di base per la serotonina, l”ormone della felicità”. In mancanza di questa molecola segnale possono insorgere depressioni e stati d’ansia.

In effetti, la somministrazione di triptofano sembra lenire i sintomi della depressione, perchè più triptofano circola nel cervello più serotonina si forma.

Il triptofano si trova in abbondanza nei semi di soia, nelle noci di anacardio e nella polvere di cacao non dolcificato. Lo zucchero nella cioccolata facilita questo effetto, stimolando il pancreas a secernere l’insulina. Ciò permette, fra l’altro, al triptofano di raggiungere più facilmente il cervello, aumentando in questo modo il livello di serotonina e migliorando l’umore.

Oltre al triptofano, anche anandamide e feniletilamina hanno dimostrato il loro effetto positivo sull’umore, solo che nella cioccolata la loro quantità è troppo scarsa per sviluppare un effetto percepibile. I semi di cacao contengono tuttavia anche la caffeina e la teobromina, una sostanza simile alla caffeina, con un lieve effetto stimolante e di miglioramento dell’umore.

Secondo Peter Rodgers, dell’università di Bristol, la diffusa voglia di cioccolata ha le sue radici nella psicologia dell’alimentazione, più che nella sua azione stimolante. Sostanze farmacologicamente attive come il triptofano si trovano infatti anche in altri alimenti, e pure non migliorano l’umore.

Il breve ed intenso benessere da cioccolata sarebbe causato da un programma di alimentazione evolutivo, che ha calibrato il contenuto nutrizionale di zuccheri e di grassi della nostra specie, poichè le sostanze in esso contenute-in particolare il burro di cacao-forniscono energia al cervello.

Per questa ragione il centro neuronale della ricompensa reagisce già alla vista di una dolce tavoletta. Per giunta, abbiamo imparato a gratificarci e a consolarci con la cioccolata. Quando proviamo al palato una sensazione di piacere, forse la causa è da ricercare anche nelle nostre aspettative.

Tuttavia, il frequente consumo di questo alimento ricco di zuccheri ha una serie di conseguenze poco piacevoli per l’organismo, come il sovrappeso ed il diabete. Un consumo eccessivo dei due principali ingredienti della cioccolata-il grasso e gli zuccheri-associato a uno stile di vita sedentario, rappresenta dunque un fattore di rischio per la salute e per il benessere mentale.

La vera passione che nasce dal profondo, si percepisce, si sente, si osserva in ogni attimo. Tingendo dei propri colori tutto ciò che tocca.
Andrea Rizzo
andrea