CACAO, UNA VISIONE BIVALENTE

-by Personal Trainer Marco Perugini-

cacao-cioccolato

 

Il cioccolato vive oggi nel nostro secolo una visione bivalente; Da una parte chi lo demonizza e lo evita perchè lo considera un alimento dannoso o come oggi si usa dire ” sporco”, e dall’altra chi lo utilizza perchè conscio dei reali benefici che questo straordinario alimento può apportare se assunto in dosi adeguate e in purezza.

Purtroppo oggi nella nostra società si assiste ad un utilizzo smodato del cacao per la produzione di dolciumi, cosa che in passato non accadeva visto che era impiegato addirittura nella pratica medicinale.

Nell’ultimo decennio però abbiamo assistito ad una ripresa di interesse per quelli che sono i reali effetti benefici di questo alimento e di pari passo è proseguito lo studio soprattutto a livello molecolare del cacao e delle sue interazioni con il nostro organismo.

Ebbene oggi le vie metaboliche del cacao sono state correttamente mappate cosi da comprendere quali sono le sue reali funzioni.

Il cacao interviene nella regolazione immunitaria, infiammazione, neuroprotezione, stress ossidativo, obesità, e controllo del diabete.

Nello specifico il cacao aiuta nella perdita di peso, migliorando la biogenesi mitocondriale, aumenta l’assorbimento del glucosio muscolare grazie all’inserimento del Glut-4 nella membrana del muscolo scheletrico. A causa delle sue proprietà antiossidanti, il cacao offre una protezione neuronale e migliora la cognizione e l’umore, può influenzare la risposta immunitaria e la crescita batterica a livello intestinale e ridurre l’infiammazione inibendo il fattore nucleare-kB.

Viste quindi anche le recenti scoperte che consolidano ciò che già si sapeva/credeva sul cacao possiamo tranquillamente affermare che il consumo nelle dovute proporzioni non solo non è dannoso ma anzi benefico.

Come diceva Paracelso ” è la dose che fa il veleno”

Con l'esperienza si riesce a testare il polso dell'animo altrui attraverso la parola. proprio per questo un saggio disse: "PARLA, SE VUOI CHE IO TI CONOSCA".
Andrea Rizzo
andrea