CARENZA DI FERRO? VEDIAMO COME RIMEDIARE

-by Dott.Andrea Rizzo-

2015-07-28_114824

Il carburante che fa girare tutto il corpo
Se esiste un minerale necessario alla nostra essenza, questo è il ferro. Le sue qualità sono indiscusse: per prima cosa presiede alla formazione dei globuli rossi, che trasportano l’ossigeno a tutte le cellule. Ma questo è solo l’inizio: il ferro è fondamentale per il buon funzionamento dei processi di divisione cellulare (quando da una cellula “genitore” nascono due o più “figlie”), per rinforzare le difese naturali attraverso il potenziamento del sistema immunitario e per dare il giusto sprint al metabolismo. Purtroppo gli esseri umani possono assimilare il ferro solo con l’alimentazione e questo, in determinati casi, può essere un problema. In gravidanza e in allattamento, solo per fare un esempio, le donne ne hanno una necessità quasi doppia.

Se manca il ferro la vita è più “pesante”
Secondo l’organizzazione mondiale della sanità, almeno 6/700 milioni di persone nel mondo soffrono di carenza di ferro e solo in Europa una donna su 5 avrebbe bisogno di integrare la sua dieta con quantità maggiori di questo prezioso minerale e certo tutte le persone che soffrono di anemia. Ma cosa succede nel nostro organismo quando le “riserve ferrifere” sono insufficienti? Anzitutto, ci pervade un senso di grande stanchezza, ci sentiamo fragili e deboli e ogni impegno appare quanto mai gravoso. Non è infrequente diventare irritabili e suscettibili, ipersensibili alle critiche. Non mancano le difficoltà di concentrazione e una spiacevole sensazione di essere meno efficienti nell’affrontare gli impegni quotidiani.

Per fortuna quella splendida “macchina” che è il nostro corpo sa segnalare in tempo quando sta finendo…la benzina ferro! Mal di testa improvvisi, pallori, continuo bisogno di riposare, mancanza di appetito: ecco le sirene d’allarme che ci avvisano che siamo in carenza di ferro. Che fare? al di là dell’alimentazione, possiamo aiutarci con un integratore di ferro, il cui uso è vivamente consigliato ai vegetariani (che sono sempre più numerosi), in gravidanza, durante l’allattamento e all’inizio del ciclo mestruale. L’importante è rivolgersi a prodotti del tutto naturali, privi cioè di quei conservanti e aromi artificiali che renderebbero vana l’integrazione di questo meraviglioso minerale.

Insieme troveremo la strada giusta per raggiungere i tuoi obiettivi, passo dopo passo, ripetizione dopo ripetizione. Non aver paura di sognare in grande!
Erika Falcone
erika