CURA DEL CORPO CON PRODOTTI BIO

-by Dott.Andrea Rizzo-

2015-10-28_122808

 

Il sodium lauryl sulfate (SLS) e il sodium laureth sulfate (SLES) sono tensioattivi, sostanze necessarie per diminuire la “tensione”, ovvero l’adesione delle particelle di sporco e di grasso in eccesso, permettendone la rimozione con l’acqua.

E’ importantissimo scegliere prodotti con tensioattivi non aggressivi, dannosi per un uso frequente.

SLS e SLES sono tensioattivi aggressivi per l’uso frequente, possono risultare dannosi per la pelle, addirittura possono danneggiare il follicolo.

É stato dimostrato che i PARABENI penetrano nella pelle e possono essere rintracciati nel sangue anche per qualche minuto dopo l’applicazione. Inoltre, l’uso cosmetico di queste sostanze comporta la penetrazione nei tessuti corporei senza il passaggio attraverso il processo digestivo, per cui queste sostanze permangono intatte all’interno del tessuto.

Uno studio condotto dalla dott.ssa Dabre e da un team di ricercatori dell’Università di Reading, ha scoperto la presenza di parabeni nel tessuto mammario di 18 su 20 pazienti che soffrivano di tumore al seno. Secondo la dott.ssa Dabre, la presenza dei parabeni nel tessuto cancerogeno della mammella è un fatto da non sottovalutare, poiché è stato dimstrato come i parabeni possano mimare l’azione degli estrogeni e farebbero parte quindi di quella classe di sostanze chimiche denominate xenoestrogeni.

Gli ALLERGENI sono gli agenti che causano le allergie. Di varia natura, sono sostanze innocue per le persone normali ma che determinano sintomi specifici soprattutto a carico della pelle e dell’apparato respiratorio nelle persone divenute ad esse ipersensibili.
La reazione dell’organismo a queste sostanze è scatenata dal sistema immunitario ed è dovuta alla produzione di particolari anticorpi detti Reagine o Immunoglobuline E. Queste reagine si localizzano sulla pelle e sulla superficie delle mucose del naso, dei bronchi e dell’intestino. Quando un allergene entra in contatto con le reagine, queste stimolano la liberazione da parte dei globuli bianchi di grandi quantità di sostanze infiammatorie. A questo punto si verifica una vasodilatazione più o meno localizzata con un accumulo di liquidi nei tessuti, un aumento della secrezione mucosa dell’apparato respiratorio e l’insorgenza di spasmi dei bronchi e di coliche addominali.

I COLORANTI secondo il dizionario degli ingredienti dei cosmetici, “….molti coloranti provocano sensibilità e irritazioni alla pelle….. l’assorbimento di certi colori può provocare esaurimento di ossigeno nel corpo e morte.” Su una rivista: …i coloranti che sono usati nei cibi, medicinali e cosmetici, sono ottenuti dal catrame di carbone.” Ci sono molte controversie rispetto il loro uso, comunque studi sugli animali hanno dimostrato che sono quasi tutti agenti cancerogeni.

I PROFUMI contenuti in molti deodoranti, shampoo, creme solari, creme per la pelle e il corpo, prodotti per bambini contengono profumi. Molti dei componenti dei profumi sono cancerogeni o altrimenti tossici. La voce profumi in un’etichetta può indicare la presenza fino a 4000 diverse sostanze. Quasi tutte sono sintetiche. I sintomi riportati sono: emicrania, capogiri, eruzioni cutanee, scolorimento della pelle, tosse violenta e vomito e reazioni allergiche della pelle. Osservazioni cliniche hanno dimostrato che l’esposizione a certe fragranze può avere effetti sul sistema nervoso centrale, causando depressione, iperattività, irritabilità e altri cambiamenti del comportamento.

Non si giudica il merito di un uomo dalle sue grandi qualità ma dall'uso che ne sa fare.
Andrea Rizzo
andrea