FRAGOLE E FRUTTI DI BOSCO RALLENTANO L'INVECCHIAMENTO CEREBRALE

-by Dott.Andrea Rizzo-

88077_frutti_di_bosco_more_lamponi_mirtilli

 

Niente di meglio di fragole, mirtilli e frutti di bosco per rallentare l’invecchiamento del cervello, mantenendolo al riparo dal declino cognitivo e da malattie devastanti come l’Alzheimer.

La conferma di quanto già stabilito da precedenti ricerche, arriva da un recente studio statunitense, secondo il quale appunto questi frutti favorirebbero la salute del prezioso organo, innescando un processo di rimozione delle pericolose tossine.

Grazie agli antiossidanti di cui i frutti di bosco sono ricchi, nel cervello viene messo in atto un processo di auto-pulizia delle tossine che col tempo vi si accumulano. Questo processo, denominato autofagia, protegge l’attività cerebrale, rallenta il declino cognitivo e mentale, allontanando anche patologie neurodegenerative molto pericolose.

La ricerca porta la firma degli scienziati della Tufts University e dell’Università del Maryland Baltimore County, coordinati dalla dottoressa Barbara Shukitt-Hale, ed è stata condotta per ora su cavie da laboratorio.

I risultati incoraggianti, riscontrati già dopo due mesi di dieta a base i frutti di bosco, hanno spinto i ricercatori a iniziare una sperimentazione sull’uomo, che si spera possa portare a conclusioni analoghe.

Con l'esperienza si riesce a testare il polso dell'animo altrui attraverso la parola. proprio per questo un saggio disse: "PARLA, SE VUOI CHE IO TI CONOSCA".
Andrea Rizzo
andrea