I MICROBI CHE CONTROLLANO LA MENTE

-by Personal Trainer Mattia Simonetti-

tn_Z11-10reden-im12

 

Recenti scoperte indicano non solo l’esistenza di densi collegamenti tra l’intestino ed il cervello, ma anche che il nostro umore è influenzato dalla flora intestinale, la miriade di microbi che abitano nel nostro intestino che permettono , fra l’altro, di scomporre il cibo nelle sue parti.

La composizione della flora intestinale è differente da persona a persona ed è molto peculiare, una sorta di impronta digitale. I ricercatori hanno ormai iniziato a capire alcuni suoi effetti sul cervello. Sappiamo per esempio, che i batteri intestinali rinforzano la distribuzione di sostanze che favoriscono le infiammazioni, come le proteine C-reattive (CRP). Queste molecole riducono il livello di SEROTONINA, l’ormone detto “della felicità”.

Forse è anche per questa ragione che i pazienti affetti da disturbi intestinali cronici sono spesso depressi e di malumore durante le fasi infiammatorie.

I produttori propagandano gli alimenti probiotici che influenzano positivamente la flora batterica e quindi possono aumentare lo stato di benessere. In effetti hanno un ruolo positivo nella terapia, sia nella sindrome del colon irritabile sia nei disturbi infiammatori cronici dell’intestino.

Alcuni ricercatori francesi hanno dimostrato che i lattobacilli e anche il Bifidus nel cibo influenzano l’umore e la percezione dello stress.

FONTE: British Journal Of Nutrition

Passione, conoscenza, esperienza nonostante la giovane età e la voglia di aggiornarmi costantemente sono alla base della mia professionalità in questa famiglia che è SCIENTIFIC TRAINING.
Mattia Simonetti
mattia