IL PARACETAMOLO MIGLIORA LA PRESTAZIONE NEGLI SPRINT

-by Dott.Andrea Rizzo-

Antidolorifici-ed-Emozioni-il-Paracetamolo-attenua-e-offusca-lintensità-delle-emozioni-680x365-680x365

 

Qual è la probabilità che il paracetamolo possa finire nella lista delle sostanze dopanti ?
Potrebbe anche accadere….
Leggete questo studio che gli scienziati dello sport presso l’Università di Bedfordshire, in Inghilterra sono in procinto di pubblicare nella rivista European Journal of Applied Physiology.
Gli inglesi hanno scoperto che probabilmente il paracetamolo aumenta l’esplosività e la velocità e può aiutare gli atleti di resistenza ad accelerare al massimo la volata finale.

Dare del paracetamolo ai ciclisti si traduce nel migliorare le performance durante l’esecuzione di una prova a cronometro.
http://jap.physiology.org/content/108/1/98.short
Ma nulla è ancora noto circa gli effetti della somministrazione di paracetamolo in sprint brevi e intensi. Ecco perché i ricercatori britannici hanno eseguito il seguente esperimento.

9 atleti maschi, mezz’ora dopo l’assunzione di 1,5 g di paracetamolo sono stati messi su un ergometro, dove hanno fatto otto scatti di 30 secondi con 2 minuti di riposo tra gli sprint. In un’altra occasione i ricercatori hanno ripetuto la procedura , ma dando ai soggetti un placebo.
I partecipanti hanno fornito valutazioni del dolore/fatica percepito al 20° secondo in ogni sprint. E’ stata rilevata la potenza media e di picco. Inoltre è stata registrata la frequenza cardiaca. Alla fine della prova è stata calcolata la percentuale di decremento della produzione di potenza media.

Ecco i risultati: i soggetti che avevano assunto paracetamolo hanno fatto rilevare una maggiore velocità per tutti gli sprint. Inoltre il decremento prestazionale nell’avanzare degli sprint è stato inferiore

Senza paracetamolo i soggetti hanno prodotto una potenza media di 372 Watt per sprint. Con paracetamolo la poteza era di 391 Watt, quasi il 5% in più .

La figura allegata illustra come gli atleti sono stati in grado di generare più energia durante i loro sprint dopo l’assunzione di paracetamolo. Durante l’ottavo sprint il battito cardiaco dei soggetti è aumentato, ciò indica che il loro sforzo era maggiore.

I ricercatori concludono in accordo con Mauger et al. (2010) che l’assunzione di paracetamolo aumenta la tolleranza al dolore che si percepisce durante lo svolgimento di esercizi ad alta intensità. Questo comporta un miglior ritmo di lavoro verso la fine del test, consentendo una prestazione più vicina ad un vero e proprio limite fisiologico.

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/24122176

Insieme troveremo la strada giusta per raggiungere i tuoi obiettivi, passo dopo passo, ripetizione dopo ripetizione. Non aver paura di sognare in grande!
Erika Falcone
erika