IL RELAX COMINCIA A TAVOLA

-by Dott.Andrea Rizzo-

Cattura

 

«Proteine, vitamine e sali minerali sono gli elementi più consumati dall’organismo per via di complicati processi biochimici innescati dagli ormoni dello stress», dice Farnè. Per questo vanno reintegrati attraverso una dieta molto varia, ben equilibrata, con tre pasti distribuiti durante la giornata a intervalli regolari.

Che cosa mangiare. Dalla tavola non devono mancare verdure, legumi e frutta. È buona norma alternare carne e pesce. Anche pizza e pasta possono avere un effetto antistress, soprattutto se condite in modo leggero e consumate in contesti conviviali. Ci sono cibi con proprietà blandamente sedative, come lattuga, radicchio e zucca. Anche lo yogurt può avere un effetto calmante, così come un bicchiere di latte caldo, che in più aiuta a diminuire l’acidità gastrica.

Da ridurre il consumo di zuccheri e di cibi grassi, per esempio gli insaccati e alcuni formaggi. Bocciati anche gli alcolici e una sostanza stimolante come il caffè.
Avere un sonno riposante, cosa sempre più rara al giorno d’oggi, aiuta a scaricare la tensione e ad accumulare energie per affrontare gli eventi stressanti.

Accorgimenti per i sogni d’oro. Alcune semplici regole possono favorire il riposo notturno: stabilire un alternarsi regolare di sonno e veglia, andando a letto e svegliandosi se possibile sempre alla stessa ora. Non coricarsi dopo un pasto abbondante o con un senso di fame. Eliminare le sostanze stimolanti come caffeina e nicotina. L’alcol, infine, ha un effetto illusorio: aiuta ad addormentarsi ma dà un sonno irregolare e non riposante.

Non si giudica il merito di un uomo dalle sue grandi qualità ma dall'uso che ne sa fare.
Andrea Rizzo
andrea