LA CANNELLA UTILE PER IL CONTROLLO GLICEMICO E NON SOLO

-by Dott.Andrea Rizzo-

cinnamon sticks with powder isolated on white background

 

La cannella (Cinnamomum cassia) è un albero originario di Ceylon, Sri Lanka e India.
La parte utilizzata di questa pianta è la corteccia del fusto e dei rami, privata dalle parti più esterne e superficiali, liberata dal sughero e dalla maggior parte della corteccia primaria mediante raschiamento ed essiccata.

Le più recenti evidenze scientifiche indicano l’effetto ipoglicemico della cannella, attribuito a un polifenolo (MHCP) che, mimando l’azione dell’insulina e, lavorando in sinergia con essa, ne attiva i recettori.
Una recente metanalisi ha analizzato 10 studi (per un totale di 543 pazienti), valutando gli effetti della somministrazione di cannella (da 120 mg a 6 g al giorno per 4-18 settimane), selezionando tra importanti database internazionali (Medline, Embase, Cochrane).

I dati ottenuti hanno evidenziato un’associazione tra consumo di cannella e una diminuzione statisticamente importante del livello di glicemia a digiuno, del colesterolo totale, del colesterolo LDL e dei trigliceridi e all’aumento del colesterolo HDL, mentre non sono stati osservati risultati particolarmente rilevanti per l’emoglobina glicata.

Gli Autori della rassegna concludono suggerendo cautela nell’utilizzo di questa spezia a livello ematico fino a che non sarà definita con esattezza una corretta modalità di assunzione.

Altre proprietà:
La cannella mostra un’azione antibatterica e antifungina, favorisce i processi digestivi, promuovendo lo svuotamento gastrico.
Stimola, inoltre, l’appetito e protegge lo stomaco dai danni dell’iperacidità. Tra le numerose attività tradizionalmente attribuite a questa pianta troviamo digestiva, antispasmodica, carminativa, antidiarroica, antibatterica, antifungina, antiparassitaria.
Altri studi ne hanno evidenziato l’azione antiossidante, antipiretica e l’effetto inibente l’Helicobacter pylori.

Valere e saper mostrare che si vale, significa valere due volte... Ciò che non si vede è come se non ci fosse.
Andrea Rizzo
andrea