LA CELLULITE COMBATTIAMOLA AL MEGLIO

-by Dott.Andrea Rizzo-

sedere-sodo

La cellulite è un ostacolo difficilmente sormontabile. Ci sono comunque diversi modi per combatterla. Ma in questo post non diremo cosa fare per combatterla; vi daremo dei consigli su come evitarne la formazione.

Peso in eccesso – nonostante la cellulite non sia presente solo nelle donne con problemi di sovrappeso, questa è la causa principale.

Sedentarietà – Una buona circolazione sanguigna ed una buona muscolatura, aiutano a prevenire la cellulite e a migliorare la nosta pelle.

Produzione o assunzione di ormoni – Gli ormoni femminili promuovono la formazione della cellulite. Alcuni metodi anticoncezionali, come la pillola, possono aggravare la situazione.

Fumo – il tabacco non permette una corretta circolazione sanguigna; ciò contribuisce alla formazione della cellulite.

Abbigliamento poco confortevole e attillato – indossare questo tipo d’abbigliamento, riduce la circolazione sanguigna e favorisce l’accumulo di liquidi nelle aree maggiormente a rischio.

Cattiva qualità del sonno – le notti passate in bianco contribuiscono al rilascio di ormoni legati allo stress, favorendo la ritenzione dei liquidi e la comparsa della cellulite.

Stress – è una delle cause che porta alla ritenzione dei liquidi.

Alimentazione sbagliata – diete ricche di calorie e/o sale, favoriscono l’aumento di peso, la ritenzione dei liquidi e di conseguenza l’insorgere della cellulite.

Pochi liquidi – soggetti che bevono poca acqua durante l’arco della giornata, hanno maggiori problemi di circolazione, il che porta ad una maggiore ritenzione di liquidi.

Postura scorretta – favorisce la ritenzione idrica e l’accumulo di grassi, aumentando il rischio di formazione della celulite.

Rimedi per la cellulite:

Un’ alimentazione equilibrata è senza dubbio il primo passo da attuare per trattare qualsiasi forma di cellulite. Anche quando si ritiene di mangiare in modo sano, non è detto che, senza accorgercene, non si cada in errori alimentari che se perpetuati concorrono ad aggravare il problema: dalla presenza eccessiva di certi cibi a discapito di altri, a una non adeguata distribuzione dei pasti, a una scorretta masticazione. Attenzione però a non equivocare la dieta anti-cellulite con un regime dimagrante. Solo in alcuni casi la cellulite e il sovrappeso sono associati: non a caso le diete-lampo, soprattutto in estate, spesso aggravano la situazione accentuando le parti cellulitiche, che non possono essere ridotte dalla dieta. L’unica cosa da fare, quindi, è correggere l’ alimentazione di base.

Allenamento:
Porre l’attenzione dell’allenamento su:
• riequilibrio posturale (riduzione lordosi, correzione appoggio plantare)
• promuovere una respirazione diaframmatica
• allenare la propriocettività (tavoletta di Freeman, bosu, esercizi destabilizzanti)
• migliorare la mobilità articolare (stretching localizzato)
• allungamento globale attivo de compensato (catena cinetica posteriore)

allenamenti specifici :
Allenamenti aerobici
Schede di tonificazione (body fitness e circuit training vari)
Schede cardio fitness (PHA,CCF, CCFSS)

Nota importante per l’allenamento:
• Evitare l’eccesiva produzione di acido lattico.
• Allenare gli arti inferiori sempre ad inizio scheda
• Per i soggetti ben allenati, prediligere nelle schede di tonificazione movimenti esplosivi con esercizi base e carichi adeguati.
• Per le donne principianti con stile di vita molto sedentario, inserire esercizi complementari con 15-20 ripetizioni.
• Da ricordare sempre a fine di ogni sessione di allenamento, di inserire il recupero a gambe alte, cioè sdraiati a terra si mettono le gambe alte con i piedi contro un muro per 7-8 minuti

Focus sulla respirazione
La respirazione è connessa in modo diretto con la circolazione linfatica.
Più è profondo un atto respiratorio maggiore è la quantità di linfa che entra nelle vene. Quindi insegnare e rendere automatica una respirazione di tipo diaframmatico permette di migliorare il flusso verso l’alto della linfa.

Nutrizione:
alimentazione iperproteica e se necessario ipocalorica (vedere sezione alimentazione); bere molta acqua; aumentare il consumo di fibre (vedi anche consigli a seguire)

Integrazione:
drenanti e depuranti, stimolanti circolatori, antiossidanti, possibile utilizzo di dimagranti (termogenici, carnitina), omega-3, aminoacidi, proteine in polvere
Altro: massaggi, creme cosmetiche per la riduzione della cellulite (attenzione con problemi di circolazione e vene varicose consigliare le creme a effetto freddo), elettrostimolazione, linfodrenaggio.

Consigli Alimentari per contrastare la cellulite

Scegli cibi naturali.
Prediligi alimenti semplici come quelli che la natura ci offre ricchi di vitamine e minerali, frutta e verdura prime fra tutti. Ti consigliamo di cucinare i tuoi cibi senza grassi prediligendo cotture alla griglia, al vapore, al forno. Evitando quindi oli. Burro e margarina in cottura. Comunque ricorda che un cucchiaio di olio a crudo per condire i tuoi cibi è invece estremamente salutare.

Limita i latticini.
Latte e formaggi ti consigliamo di assumerli in piccole dosi a causa della ritenzione idrica che provocano a causa del lattosio in essi contenuto. Tieni sempre presente che la ritenzione idrica è una delle cause primarie di insorgenza della cellulite.

Evita sale e cibi contenente glutammato.
Anche per gli alimenti che contengono sale, glutammato e molti conservanti, il rischio di aumentare la ritenzione idrica è quasi inevitabile. Quindi cercate di eliminarle o comunque ridurre al minimo il loro utilizzo.

Bevi di più.
Cerca di bere 1,5/2 litri di acqua naturale al giorno, preferibilmente l’ontano dai pasti. Ciò permette oltre che a depurare l’organismo ed eliminare le scorie accumulate, di ridurre la ritenzione idrica (perché più bevi, più dreni) e di idratare la tua pelle.

Si agli antiossidanti.
Una porzione a colazione di frutti come: mirtilli, lamponi, fragole, ribes, ananas, kiwi, sono piacevolmente salutari grazie al contenuto di sostanze preziose come alcune vitamine, antiossidanti, polifenoli, antocianodine e bioflavonoidi, le quali permettono di migliorare il microcircolo e favorire il ritorno venoso grazie all’effetto tonico sui capillari, così da ridurre stati edematosi e ristagno di liquidi.

No alle sostanze nocive per il fegato.
Sono assolutamente da evitare fritture, eccesso di grassi animali, alimenti con additivi, bevande alcoliche e troppo caffè.

La dieta anticellulite:
Perché una dieta possa definirsi disintossicante e anticellulite, deve rispondere a questi requisiti, nessuno escluso.

Tanta verdura.
I vegetali, di qualsiasi genere, sono fondamentali apportatori di vitamine, sali minerali, acqua e fibre utili all’intestino. Vanno consumati, crudi o cotti, ogni giorno per combattere la cellulite.

Frutta fuori pasto.
Senza eccedere nel consumo, nella dieta quotidiana non deve mancare la frutta per la sua azione disintossicante e l’apporto elevato di vitamine drenanti.

Più fibre.
Le fibre favoriscono la motilità intestinale e anche l’evacuazione e se l’intestino lavora in modo regolare il fisico trattiene meno liquidi e meno grassi. Aggiungi quindi dei fiocchi d’avena, miglio, orzo alle minestre e ogni 3-4 giorni mescola un cucchiaino di crusca a latte o yogurt. Preferisci anche il pane integrale, meglio se biologico: è una miniera di fibre grezze.

L’alimentazione leggera è anticellulite

Una digestione difficile richiama alle pareti gastriche molto sangue, privandone altri tessuti. È necessario pertanto per combattere la cellulite:
– non cuocere troppo a lungo i cibi, per non alterarne le proprietà;
– non mangiare troppo in un solo pasto, per non dilatare lo stomaco;
– non irritare stomaco e intestino, abusando di mostarda, alcol, frutta acerba ecc.
– non eccedere in cibi “pesanti”, come fritture e grassi animali;
– non saltare i pasti, ma invece distribuire la razione alimentare della giornata in modo equo.

consigli generali:

Riduci le cattive abitudini.
Una per tutte elimina il fumo, il tabagismo oltre ad essere causa di molte patologie, incide negativamente sul benessere della tua pelle aumentando i processi di invecchiamento e promuovendo gli accumuli di sostanze nocive causati da una peggior ossigenazione dei tessuti e in generale da una cattiva circolazione periferica. Ciò diventa importante causa della formazione di cellulite.

Rinuncia ai tacchi alti.
I bei tacci alti, che fanno guadagnare centimetri e slanciano la gamba, per contro peggiorano la circolazione periferica e il ritorno venoso, provocando gambe gonfie e pesanti e accumulo di liquidi ai piedi e alle caviglie. Di conseguenza il peggioramento della cellulite è inevitabile.

Non rimanere per ore seduta e ferma.
Se fai un lavoro di ufficio o simili dove sei costretta a rimanere molto seduta cerca di concederti qualche piccola pausa in più, non per mangiucchiare qualcosa, ma per fare un po’ di movimento e riattivare la circolazione anche farti qualche rampa di scale diventa una buona idea per smuovere positivamente gli arti inferiori.

Valere e saper mostrare che si vale, significa valere due volte... Ciò che non si vede è come se non ci fosse.
Andrea Rizzo
andrea