LA VITAMINA B1 (TIAMINA) MIGLIORA L'UMORE E I TEMPI DI REAZIONE

-by Dott.Andrea Rizzo-

horizontal-201361718412418

 

La vitamina B1 (tiamina) è una vitamina idrosoluble, coinvolta (la forma attiva, tiamindifosfato) nel catabolismo dei carboidrati e degli aminoacidi. La tiamina gioca un ruolo importante anche nei fenomeni neurochimici e nella sintesi dei precursori del DNA (per tale motivo è usata nelle ricerche sui tumori).

Per il suo intervento nelle reazioni energetiche, è citata, spesso a sproposito, nei meccanismi legati a una carenza di energia (stanchezza).

La vitamina B1 è un coenzima e come tale partecipa alle reazioni chimiche facilitandole, ma senza esserne mutata (si legga: consumata). Questo assicura che ne bastano dosi piccole per sostenere per mesi le reazioni che facilita. Infatti la vita media della tiamina è di circa due settimane (la dose presente nel nostro corpo è di 30 mg, concentrata nelle ossa, nei muscoli, nel cuore, nel fegato, nei reni e nel cervello) e si assiste a una carenza dopo tre settimane solo in soggetti che non ne assumono dall’alimentazione. Poiché l’alcol altera l’assorbimento e l’attività della tiamina, è naturale riscontrare carenze di vitamina B1 soprattutto negli alcolisti.

Nel 1990 lo psicologo britannico Benton ha fatto un test su un gruppo di studentesse, facendogli assumere 50mg di vitamina B1 al dì e riscontrò un miglioramento dell’umore e della rapitidata di reazione.

Nel 1995 Benton ha pubblicato uno studio in cui ha dimostrato che l’umore dei soggetti migliorava se la quantità di vitamina B1 nel sangue era maggiore e che si notava un inversione, se la quantità di vitamina B1 diminuiva.
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/7477807

I soggetti in questo studio avevano assunto un integratore multivitaminico. Siccome Benton voleva essere certo che fosse la vitamina B1 e non un’altra sostanza, ripetette l’esperimento pochi anni dopo con solo la tiamina

Benton coinvolse 122 studentesse per la ricerca prima e dopo aver dato ai partecipanti vitamina B1 o un placebo, li sottopose a una batteria di test psicologici. Alcuni di questi furono per misurare la funzione di memoria degli studenti, ma l’integrazione con B1 non ha sortito alcun effetto.
La supplementazione di vitamina B1 è stata incredibilmente utile per migliorare la velocità di reazione. Benton mise gli studenti di fronte a un pannello in cui 1 , 2 , 4 o 8 lampade potevano accendersi, quando una lampada si illuminava gli studenti dovevano rapidamente mettere un dito sulla lampada accesa. Il tempo impiegato a fare questo è diventato più breve quando avevano assunto un supplemento di vitamina B1.
Da altri test emerse che la vitamina B1 rese i soggetti più lucidi e di buon umore.

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/9122365

Con l'esperienza si riesce a testare il polso dell'animo altrui attraverso la parola. proprio per questo un saggio disse: "PARLA, SE VUOI CHE IO TI CONOSCA".
Andrea Rizzo
andrea