L'ALGA KLAMATH

-By Dott. Andrea Rizzo-

alghe

Abbiamo già parlato varie volte delle tante proprietà benefiche delle alghe come la spirulina, la clorella e appunto della klamath.
vorrei in questo articolo rendere maggiormente noto alcune specifiche propietà di quest’alga, per gli atleti e per chi ricerca un miglioramento della forma fisica.

L’alga Klamath vive solo nell’omonimo lago dell’Oregon ed è un cibo insolito dalle eccellenti proprietà: digeribile e nutriente, quest’alga contiene in particolare elevate percentuali di proteine (dal 59% al 65% del peso a secco totale). Le alghe Klamath contengono tutti gli aminoacidi essenziali e non essenziali, in proporzione ottimale e in una forma biodisponibile che viene velocemente convertita in proteine e aminoacidi dall’organismo, vitamine e minerali in forma ben assimilabile. Sono poi un’eccellente fonte della rara vitamina B12 e di acidi grassi essenziali: contengono infatti Omega 3 e Omega 6 in un rapporto equilibrato, in grado di inibire gli stati infiammatori e proteggere dai disturbi cardiocircolatori. Consumare la Klamath provoca la migrazione del 40% (quasi un miliardo) dei linfociti-T (Natural Killer Cells) dal sangue verso organi e tessuti entro 2 ore dall’assunzione. I linfociti-T sono i principali responsabili dell’eliminazione delle cellule malate, alterate da virus o trasformazioni maligne. L’ alga Klamath può infine stimolare una produzione cospicua di globuli rossi, effetto che può essere dovuto all’alto contenuto di vitamina B12.

In generale l’alga klamath presenta le seguenti funzioni:

Effetti metabolici
Effetti immunitari
Azione antiossidante
Azione antinfiammatoria
Azione antivirale
Azione controllo appetito
Attività neurologica

Riepilogo delle proprietà nutrizionali delle verdi azzurre Klamath

  • Composizione chimico organica dell’alga Klamath
    Lipidi 3.7%
    Proteine da 59 a 65%
    Carboidrati 18%
    Pigmenti da tracce a 1 g/Kg
    ( valori sono riferiti al peso organico a secco)
  • 65% di proteine di alta qualità
  • Il profilo degli aminoacidi essenziali è pressoché identico a quello ritenuto ideale per il corpo umano
  • Spettro di minerali e oligoelementi nella forma organica maggiormente assimilabile
  • Spettro vitaminico completo e bilanciato
  • La maggior fonte vegetale di B12
  • Elevato contenuto di betacarotene altamente assimilabile.
  • Ricco di precursori dei neuropeptidi
  • Fonte di acidi grassi essenziali e nucleici
  • Altissima percentuale di clorofilla
  • Tutti i nutrienti sono assimilabili al 97%
  • Presenza di ficocianine (o fucocianine)( 15% del peso a secco) che costituiscono una molecola estremamente interessante sia a scopi preventivi che terapeutici in tutte le patologie che implichino, come fattori causali determinanti, un’ampia gamma di processi ossidativi, infiammatori e tumorali

VALORI NUTRIZIONALI

Una membrana cellulare formata da una lipoglicoproteina simile al glicogeno umano, che il nostro organismo assimila immediatamente come fonte di energia immediata.

Acidi grassi essenziali:
La membrana cellulare della Klamath è tra le fonti più ricche di Omega-3 e Omega-6, nella proporzione ritenuta ottimale dai nutrizionisti (2-1). In particolare, e la più alta fonte di acido gamma linoleico, o GLA (10% del peso a secco). Questa dotazione ottimale di acidi grassi essenziali è in grado di contribuire a ridurre i depositi di colesterolo, alla crescita e ricrescita della pelle, dei canali vascolari e dei tessuti nervosi, e a favorire la sintesi delle prostraglandine, importanti modulatori ormonali della funzionalità cellulare dotate di elevate potenzialità antitumorali e antivirali.

Proteine e aminoacidi:
Nell’alga Klamath le proteine costituiscono dal 59% al 65% del peso a secco totale. Tale misura può variare a seconda della stagione di raccolta e della quantità di radiazione solare, ma rimane sempre molto alta. Nelle verdi azzurre Klamath troviamo tutti gli aminoacidi essenziali e non essenziali, in proporzione ottimale e in una forma biodisponibile che viene velocemente convertita in proteine e aminoacidi dall’organismo umano.
Le Klamath contengono dai 60 al 65% di proteine nobili contenenti 20 aminoacidi, inclusi tutti gli aminoacidi essenziali. In particolare, la proporzione degli aminoacidi essenziali è praticamente identica a quella ritenuta ottimale per il corpo umano, che le rende perfettamente assimilabili sotto il profilo proteico. La Klamath contiene anche elevate quantità di aminoacidi liberi, cioè non legati in catena proteica, che l’organismo assimila con estrema facilità e che sono precursori dei neuropeptidi, i veri motori dell’attività cerebrale e neurologica generale. Assieme alla elevata quantità e qualità di acidi grassi essenziali, ciò le rende estremamente utili in tutte le patologie legate alla degenerazione del sistema neurologico (Alzheimer, sclerosi multipla, etc.).

Spettro completo delle vitamine:
Oltre ad un alto contenuto proporzionale di vit. C e vit. E, le Klamath posseggono tutto il gruppo delle vitamine B in elevate quantità: B1 (sistema nervoso), B2 (sistema enzimatico), B3 (riduzione del colesterolo e dello stress), B5 (riduzione della stanchezza e antiossidante), acido folico (intestino e sistema cardiocircolatorio). Il dato principale riguarda il contenuto di vit. B12 (anemia e patologie inerenti il sistema cardiocircolatorio), di cui la Klamath possiede quasi il 200% dell’RDA in soli 1,5 grammi.

Antiossidanti:
Ricchissima di vari pigmenti antiossidanti, la Klamath fornisce, o importanti antiossidanti endogeni, Superossidodismutasi (SOD) e glutatione, il più alto contenuto di betacarotene fra tutti i cibi conosciuti, perfettamente assimilabile perché presente nelle forme cis e trans in maniera bilanciata. Questo corredo antiossidante, arricchito da numerosi altri carotenoidi fra cui alpha e gamma-carotene, esplica importanti funzioni anti-tumorali, antivirali e anti-invecchiamento.

Spettro completo di minerali e oligoelementi:
Le Klamath sono l’unica fonte nutrizionale contenente tutta la varietà dei minerali e microelementi in una forma sinergica e perfettamente assimilabile. In 2 gr. di Klamath sono sempre in vari abilmente presenti 28 minerali.

ATTIVITA’ METABOLICA

  1. Metabolismo dei grassi. In uno studio svolto presso la prestigiosa Harvard Medical School, si è dimostrata la capacità della Klamath di normalizzare il metabolismo degli acidi grassi, riducendo al contempo colesterolo LDL e trigliceridi. Diversi gruppi di cavie sono stati sottoposti a una dieta integrata con olio di soia, una dieta priva di acidi grassi polinsaturi, e ad una dieta priva di polinsaturi ma integrata con Klamath. La dieta a base di Klamath, pur contenendo la Klamath solo circa un 5% di acidi grassi, ha prodotto nel giro di un mese i risultati migliori, come: massimo aumento degli EPA e DHA, consistente riduzione dell’acido arachidonico, e una diminuzione di colesteroloe trigliceridi anche del 75% L’importanza nell’alimentazione e nella salute umana degli acidi grassi poliinsaturi (PUFA o polynsaturated fatty acids) della famiglia omega-3 (ω3), acido eicosapentaenoico (EPA, C20: 5n-3) e docosaesaenoico (DHA, C22: 6n-3), ed omega-6 (ω6), acido γ-linolenico (GLA, C18: 3n-6), diomo-γ-linolenico (DGLA, C20: 3n-6) ed arachidonico (ARA, C20: 4n-6) è ampiamente provata. L’EPA ed il DHA svolgono un ruolo chiave nella prevenzione di malattie e disfunzioni cardiocircolatorie (arteriosclerosi, trombosi, ipergliceridemia, ipertensione), infiammatorie (artriti, asma, emicranie, nefriti) e di origine tumorale (tumori dei seno, della prostata e del colon). L’ARA è il principale acido grasso strutturale dei tessuti e, così come il GLA ed il DGLA, è precursore degli eicosanoidi (prostaglandine, tromboxani, leucotrieni). L ‘American Heart Association raccomanda un uso di PUFA pari al 10% dell’apporto calorico totale della dieta, con dosi giornaliere raccomandate dell’ordine di 1. 0- 1. 5 g /adulto.
  2. Crescita muscolare e organica. Uno studio svolto sempre presso la Harvard Medical School ha testato gli effetti della Klamath sulla crescita delle cavie in rapporto ad un gruppo di controllo sottoposto alla stessa dieta ma senza l’aggiunta di Klamath. Il gruppo di cavie alla cui dieta è stato aggiunto solo lo 0,05% di Klamath ha avuto un tasso di crescita generale superiore del 16% rispetto al gruppo di controllo! Questo risultato è tanto più significativo in quanto simili studi effettuati con quantità ben più elevate di spirulina (fino al 73% della dieta) non avevano prodotto alcun risultato.
    In particolare, lo studio ha mostrato come la Klamath aumenti la capacità di assimilazione delle proteine.
  3. Normalizzazione del metabolismo glicemico. In uno studio sugli effetti della Klamath in rapporto agli enzimi digestivi endogeni, si è riscontrato che essa inibisce gli enzimi intestinali saccarasi e maltasi in maniera dose-dipendente, contribuendo così alla riduzione dei livelli di glucosio nel plasma.
    Questo risultato è stato ulteriormente confermato da uno studio nel quale si è visto che la
    Klamath accresce i livelli dell’enzima pancreatico alpha-amilasi, ed è noto che l’aumento di tale enzima tende a ridurre i livelli glicemici.
  4. Permeabilità intestinale. Presso l’Università del New Mexico, si è dimostrata la capacità della Klamath di restaurare la normale permeabilità intestinale dopo un solo mese. Si tratta di un risultato estremamente importante perché la permeabilità intestinale compromessa è praticamente concausa di tutte le patologie.

FONTE NATURALE DI PEA (FENILETILAMINA) ATTIVA COME STIMOLANTE MENTALE E FISICO E SUL CONTROLLO DELL’APPETITO

Una recente analisi scientifica ha rivelato la presenza nella Klamath dell’aminoacido feniletilammina (PEA).
La PEA è nota per le sue proprietà di alleviare la depressione e migliorare l’umore. Inoltre, carenze di PEA svolgono un ruolo centrale nella patogenesi dei disordini dell’apprendimento e dell’attenzione. La feniletilammina è un composto naturalmente prodotto dal cervello e responsabile della modulazione delle esperienze associate con il piacere e la consapevolezza mentale. Ad esempio, la PEA viene rilasciata nel cervello quando l’individuo sperimenta sentimenti di gioia e amore. Per questo, la PEA è stata definita ‘la molecola dell’amore’. È risaputo che la PEA, una volta assunta oralmente, attraversa prontamente la barriera emato-encefalica e diventa immediatamente disponibile nel cervello.
Nel cervello, l’azione della PEA si basa sul fatto che essa ha una maggiore affinità della stessa dopamina sul meccanismo re-uptake della dopamina nelle vescicole pre-sinaptiche. Ciò significa che, una volta nel cervello, essa viene catturata dalle vescicole pre-sinaptiche e occupa lo spazio normalmente occupato dalla dopamina.
Ciò risulta in un aumento della dopamina liberamente circolante nei terminali pre-sinaptici e una maggiore concentrazione della dopamina diffusa nelle fessure sinaptiche, producendo così un rafforzamento della trasmissione dopaminergica. Questa abilità di modulare la trasmissione dopaminergica fa sì che la PEA abbia interessanti proprietà nell’alleviare la depressione e i disordini dell’attenzione, nel migliorare la concentrazione e l’umore, ma anche nella regolazione dell’appetito.

alghe2

Insieme inizieremo un percorso ricco di soddisfazioni verso il raggiungimento dei tuoi obbiettivi. Il protagonista sei tu, sei tu il padrone della tua vita, della tua forma del tuo benessere!
Claudio Garombo
claudio