LIBERIAMOCI DALLE TOSSINE INQUINANTI

-by Dott.Andrea Rizzo-

2015-12-07_111022

 

Un articolo pubblicato on line sul sito statunitense nhiondemand.com affronta il problema delle tossine ambientali: come le assumiamo? Come liberarsene?
Gli autori, il dr. Joseph Pizzorno e il dr. Katzinger della Bastyr University (Michigan), sono due tra i più popolari autori di editoria salutistica, che hanno pubblicato numerosi libri anche in italiano.

I due ricercatori affermano che almeno 60.000 sostanze sono registrate all’EPA (ente statunitense per la protezione ambientale), alcune delle quali sono neurotossine, carcinogeni permanenti e causano alterazioni endocrine.

Negli USA vengono rilasciati nell’ambiente ogni anno poco meno di 3 milioni di tonnellate di contaminanti chimici, con la conseguente esposizione a numerosi tipi di composti, compresi metalli tossici, pesticidi, insetticidi e policlorobifenili (PCB).

Gli studi indicano che nel 70% delle donne 50enni americane il cadmio aumenta il rischio di infarto del miocardio dell’80% e dell’osteoporosi del 40%.

Un altro metallo tossico, l’arsenico, è stato associato all’aumento di 2-4 volte del rischio di sviluppare diabete.

Anche in Italia i dati non sono confortanti, tanto che sono in corso numerosi studi in aree pilota, per valutare la necessità e la tipologia delle possibili azioni mitigative o contenitive.

Gli Autori suggeriscono strategie per prevenire i danni dovuti all’esposizione a contaminanti: integrare una sana alimentazione con nutrienti quali n-acetilcisteina (NAC) e acido alfa-lipoico che hanno mostrato la capacità di ridurre il danno cellulare e aumentare i livelli di glutatione, uno tra i principali composti antiossidanti organici.

Una dieta biologica, ricca in vegetali, può aiutare a limitare l’assunzione di tossine e fornire composti importanti per i processi depurativi.

Le crucifere, come broccoli, cavolfiore, cavolo verde, crescione e altri, sono particolarmente utili, in quanto aumentano la produzione di enzimi della fase II della detossificazione, oltre a favorire la sintesi di geni citoprotettivi.

Bibliografia
How can we combat environmental toxins? Pizzorno JP, Katzinger J. Pubblicato on line sul sito nhiondemand.com.

Passione, conoscenza, esperienza nonostante la giovane età e la voglia di aggiornarmi costantemente sono alla base della mia professionalità in questa famiglia che è SCIENTIFIC TRAINING.
Mattia Simonetti
mattia