LO STRESS PSICOLOGICO CRONICO RITARDA IL RECUPERO MUSCOLARE

-by Dott.Andrea Rizzo-

stresspsicologicocronicorecuperomuscolare

Gli scienziati dello sport dell’Università di Austin nel Texas, hanno evidenziato dati concreti a riguardo dei danni che provocno elevati livelli di stress psicologico. La ricerca è stata pubblicata sulla prestigiosa rivista “Journal of Strength & Conditioning Research”

Chi si allena con sovraccarichi in modo importante e si trova in un evidente condizione di stress psicologico, necessita assolutamente di maggior tempo per recupera da un intenso allenamento. La motivazione è soprattutto legata ad un alterazione dell’equilibrio endocrino, del sistema immunitario ed enzimatico.

Lo stress aumenta la produzione di ormoni dannosi per i nostri muscoli, come l’aumento del cortisolo, l’inibizione della produzione di testosterone e l’alterazione di segnali intercellulari specifici (alterazione enzimatica della miostatina).
Lo stress cronico mette in crisi anche il sistema immunitario, e di conseguenza si diventa più vulnerabli.

Matteo Stults-Kolehmainen ha deciso di esaminare l’effetto dello stress psicologico cronico sul recupero post allenamento con sovraccarichi.
Stults-Kolehmainen ha fatto un esperimento su 9 femmine e 22 studenti di sesso maschile, ai quali è stato richiesta una valutazione, tramite un’adeguata scala, della quantità di stress psicologico presente nella loro vita.

Ha poi testato gli studenti allenando le gambe al leg-press. Hanno fatto 6 set a cedimento. Nei Quattro giorni dopo l’allenamento Stults-Kolehmainen ha quotidianamente misurato la quantità di forza isomerica massima che gli studenti sono stati in grado di sviluppare al leg press.

Ecco cosa è emerso:
Gli studenti con lo bassi livelli di stress psicologico almeno [MPPS = 9] erano in grado, dopo un solo giorno di sviluppare la stessa forza isomerico massima come erano stati capaci di sviluppare prima dell’allenamento. Tre giorni / 72 ore dopo la loro forza di isometrica massima era maggiore di quanto non fosse stato prima di iniziare l’allenamento.

Gli studenti sotto maggior stress psicologico [MPPS = 19] a ben quattro giorni / 96 ore dopo l’allenamento, tali soggetti non avevano ancora recuperato la loro forza isomerica massima che avevano inizialmente.

“Questi dati forniscono la prova che lo stress ha un impatto negativo sul recupero dopo intensi allenamenti con sovraccarichi”. Questo è ciò che scrivono i ricercatori. “Coloro che presentano alti livelli di stress necessitano di molti più giorni per recuperare, rispetto a chi ha meno stress psicologico”

Quindi quando un atleta si trova in condizioni di forte stress, il consiglio migliore è quello di ridurre l’intensità dell’allenamento e la frequenza degli stessi.

Cerchiamo di ascoltare di più il nostro corpo e valutare i segnali che ci manda.
Lo stress è estremamente deleterio.
Una saggia manipolazione della programmazione può realmente salvare i risultati raggiunti e non rischiare di peggiorare la condizione.

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/24343323

 

La vera passione che nasce dal profondo, si percepisce, si sente, si osserva in ogni attimo. Tingendo dei propri colori tutto ciò che tocca.
Andrea Rizzo
andrea