PIPER NIGRUM

-by Personal Trainer Marco Perugini-

Pepe-nero-lolio-essenziale-riscaldante

 

Il Pepe nero è una pianta erbacea originaria dell’India e dell’Indonesia appartenente alla famiglia delle Piperaceae la cui droga è data dal frutto acerbo.

In natura esistono diversi tipi di pepe ma i principali sono il nero il verde e il bianco. Tutte queste varietà provengono dalla stessa pianta ma si differenziano a seconda degli stadi di maturazione.

  • Il pepe nero deriva dalle bacche verdi lasciate essiccare al sole per circa sette giorni finchè non diventano nere;
  • Il pepe bianco deriva dalle bacche rossastre mature cui è stata tolta la buccia;
  • Il pepe verde deriva dalle bacche verdi trattate con diossido di zolfo per mantenerne il colore o conservate in salamoia;
  • Il pepe rosa non è effettivamente un pepe, ma deriva da una bacca di un arbusto del Sud Africa che in grosse quantità può risultare tossica.

La composizione chimica del Piper Nigrum è molto varia contenendo al suo interno alcaloidi piperidinici (piperina), oleoresine, oli essenziali, derivati glicosidici e polisaccaridi.

Il pepe nero risulta utile in molte di quelle che sono le Patologie a carico dello stomaco, in particolare ha azione

  • Antiulcera: l’azione gastroprotettiva è stata dimostrata in vivo nelle ulcere indotte da diversi agenti ulcerogeni ( alcool, FANS). Sembrerebbe legata alla capacità della piperina (congenere della capsaicina) di legarsi ai recettori villanoidi TRPV, principali mediatori della protezione gastrica. Tuttavia il reale meccanismo di azione è ancora poco chiaro.
  • Antisettiche
  • Antiinfiammatorie
  • Stimolante la termogenesi ed il metabolismo
  • Termonutriente: la piperina aumenta l’assorbimento (biodisponibilità) delle sostanze nutrienti contenute nei cibi attraverso meccanismi diretti sul tratto gastrointestinale influenzando la secrezione gastriche, i sistemi enzimatici di trasporto dei nutrienti, la struttura di membrana delle cellule epiteliali del tratto gastrointestinali. Viene considerato un “esaltatore nutrizionale”

Viste le sue azioni farmacologiche viene quindi consigliato nelle terapie dimagranti, sia per l’azione termogenica, sia in formulazioni dimagranti per la capacità di aumentare la biodisponibilità degli altri composti, in situazioni di carenza nutrizionale vista la capacità di migliorare l’assorbimento dei nutrienti specie in caso di regimi alimentari disordinati, nei casi di dispepsie e ulcere.

Ovviamente pur essendo una droga sicura dosi elevate possono causare disturbi gastrici e possono interferire con l’assunzione di alcuni farmaci in quanto influenza l’attività epatica del citocromo P450. E’ sconsigliato l’uso in gravidanza e allattamento.

Non si giudica il merito di un uomo dalle sue grandi qualità ma dall'uso che ne sa fare.
Andrea Rizzo
andrea