PREVENZIONE, CURA E RIGENERAZIONE ARTICOLARE

-by Dott.Andrea Rizzo-

sportarticolazioni

La medicina moderna punta molto sulla prevenzione, soprattutto per quanto riguarda le patologie invalidanti dell’apparato locomotore. E’ importante capire che l’artrite e le altre malattie degenerative articolari non interessano solo gli anziani, ma bensì ben sì praticamente ognuno di noi, il motivo sta nel fatto che il nostro organismo va in contro anno dopo anno ad una degenerazione delle strutture articolari questo come vedremo in seguito non solo a causa dell’incapacità di produrre o reperire tramite l’alimentazione  le sostanze necessarie al mantenimento ottimale di cartilagini, legamenti tendini e ossa, ma anche a causa di traumi, iperuso (lavoro o sport), sedentarietà.

Studi scientifici e ricerche come quello dell’University of Washington confermano che gli atleti agonisti di varie discipline specialmente che si allenano intensamente con sovraccarichi e persone che lavorano o hanno lavorato per anni in attività pesanti, sono ad alto rischio di malattie articolari debilitanti.

Indagini mediche svolte negli ultimi anni indicano che circa un terzo della popolazione adulta soffre di artrite o di dolori articolari cronici.

Focus sull’artrite:

L’artrite è una malattia degenerativa delle articolazioni caratterizzata dall’erosione delle cartilagini all’estremità delle strutture ossee. Le cartilagini che vanno in contro all’artrite si ammorbidiscono, si assottigliano e si lacerano, lasciando che le superfici ossee facciano attrito fra di loro ad ogni loro movimento, provocando dolori, infiammazioni e in fine invalidità. Quando le cartilagini si erodono, specifiche cellule immunitarie si attivano e contribuiscono all’eliminazione dei tessuti di scarto, ma purtroppo attaccano anche il tessuto articolare sano, peggiorando la situazione.

L’artrite cronica se trascurata diventa una condizione debilitante sia per la persona comune che per l’atleta il quale rischia di mettere fine alla sua carriera.

E’ importante ancora una volta ricordare che la sedentarietà e lo scarso tono muscolare sono strettamente correlati con la degenerazione cartilaginea e l’artrite. Un esempio può essere quello relativo ad uno ipo tono muscolare del quadricipite, il quale si traduce in un carico eccessivo sull’articolazione del ginocchio, aumentando le possibilità di degenerazione articolare.

Quali sono le sostanze che ci possono aiutare?

GLUCOSAMINA

La glucosamina solfato è una sostanza naturale composta da un derivato dell’aminoacido glutammina ed il glucosio, è parte strutturale di tutte le forme di tessuto connettivo presenti nel nostro corpo come cartilagini legamenti e tendini. E’ precursore nella produzione del liquido sinoviale grazie allo stimolo che producono sui glicosaminoglicani. La glucosamina è un importante precursore delle molecole glicosaminoglicani che legandosi all’acqua contribuiscono alla formazione della cartilagine.

  • Rigenera le cartilagini
  • Lubrifica le articolazioni
  • Previene l’artrosi
  • Effetto antinfiammatorio

CONDROITINA

la condroitina come condroitina solfato è uno dei principali componenti della cartilagine articolari. Essa è formata da molecole chiamate mucopolisaccaridi, nello specifico la condrotina interviene e ne diventa parte integrante dei processi biochimici dei proteoglicani, molecole utilizzate nel tessuto connettivo per la loro capacità di trattenere acqua. Siccome la cartilagine non è vascolarizzata, i liquidi diventano fondamentali per nutrire e lubrificare le articolazioni.

Esistono tre isomeri di condrotina solfato, il tipo A presente nelle: cartilagini, ossa, arterie, cute, cornea; il tipo B lo troviamo nella: cute, arterie, tendini, valvole cardiache; il tipo C è presente nei pesci (cartilagine di squalo) ma anche in vari tessuti dell’uomo.

  • Riduce il dolore articolare
  • Contrasta le infiammazioni
  • Allevia i sintomi dell’osteoartrite
  • Nutre e lubrifica le articolazioni
  • Contribuisce alla salute del cuore

CURCUMA

La curcuma: è un complesso brevettato con un titolo finale in curcumina del 20%, ottenuto con fosfolipidi di soia (fosfatidilcolina) altamente purificati.

Essi fungono da carrier della curcumina all’interno delle membrane cellulari, aumentandone la biodisponibilità di circa 10 volte. Tale formulazione di curcumina complessata si è rivelata particolarmente efficace:

  • nel trattamento complementare dell’osteoartrite: riducendo il dolore,      aumentando la mobilità articolare
  • come antiossidante
  • come antinfiammatorio
  • nel trattamento antitumorale: sono stati descritti numerosi meccanismi d’azione nella lotta contro alcuni tipi di cancro (colon, seno, prostata,        polmone, pelle)
  • nel sostenere la funzionalità epatica e digestiva: l’olio essenziale contenuto     nella Curcuma ha proprietà stomatiche, digestive e carminative.  I curcuminoidi hanno un’azione epatoprotettrice importante.

MSM (Metil Sulfonil Metano)

L’ MSM è una forma naturale di zolfo organico che contribuisce allo svolgersi di varie funzioni nel nostro organismo. Dopo l’ossigeno, l’acqua e il sale, l’MSM è un elemento estremamente necessario per la nutrizione umana. Lo zolfo viene coinvolto in quasi tutti i processi metabolici del corpo ed è essenziale per la rigenerazione e il nutrimento delle cellule sane.

  • Riduce le infiammazioni
  • Consente un più rapido recupero di danni muscolari ed articolari
  • Aumenta l’energia, la soglia di vigilanza e la capacità di concentrazione
  • Riduce crampi e spasmi muscolari
  • Contribuisce alla sintesi del collagene rendendo la pelle più soffice e resistente
  • contribuisce a una crescita rapida e robusta di capelli e unghie
  • Può normalizzare le funzioni dello stomaco
  • Può contribuire alla cura delle neuropatie diabetiche e del tratto gastrointestinale
  • Velocizza la cicatrizzazione delle ferite e riduce il tessuto cicatriziale
  • Stimola la funzione immunitaria

COLLAGENE

Il collagene tipo 2 contiene naturalmente, ottime quantità di glucosamina, condroitina e acido ialuronico.

Il collagene è presente in tutti gli organismi multi-cellulari, è una proteina strutturale fibrosa che genera le fibre bianche (fibre collagenose) della pelle, dei tendini, delle ossa, della cartilagine e di tutti gli altri tessuti connettivi. Praticamente il collagene è la proteina naturale che compone la maggior parte del supporto strutturale del corpo, ed è la sostanza principale dei tessuti connettivi.
Il collagene assicura la corretta forza e le proprietà elastiche dei vari organi e dei vari tessuti. Il 25% del peso delle proteine solide presenti nel nostro corpo è composto da collagene. il 75% della nostra pelle è composto da collagene e, in totale, circa il 30% del nostro corpo è composto da collagene. Fa parte della generazione naturale dei tendini, dei legamenti, delle articolazioni, dei muscoli, dei capelli, della pelle e degli organi vitali.

  • Riduce i segni dell’invecchiamento conservando l’elasticità della pelle.
  • Migliora struttura di unghie e capelli.
  • Migliora la mobilità articolare in condizioni di artrite e di dolori articolari.

Il meccanismo di azione del collagene sembra derivare proprio dal suo contenuto di glucosamina, condroitina e acido ialuronico. Tali elementi sostengono i proteoglicani e i glicosamminoglicani, nella matrice delle articolazioni, aumentando così il liquido sinoviale e promuovendo la sintesi di cartilagine. Ciò può aumentare la longevità delle articolazioni, riducendo il rischio di deterioramento e la capacità di assorbimento da shock. L’artrite reumatoide è causata da una degenerazione autoimmune della cartilagine, praticamente i globuli bianchi attaccano il tessuto come se fosse un qualcosa di estraneo e nocivo. Le ricerche sembrano far capire che il collagene possa stimolare un meccanismo naturale nel nostro corpo che smorza l’attacco dei globuli bianchi.

ACIDO IALURONICO

L’acido ialuronico (HA) è un acido uronico prodotto anche nel nostro corpo classificato come glicosamminoglicano. E’ un elemento fondamentale di molte funzioni dell’organismo umano, soprattutto relative alla salute di pelle e articolazioni. Le sue concentrazioni più elevate si possono riscontrare nel tessuto connettivo, dove nelle matrici articolari extracellulari diventa elemento chiave. La sua presenza è notevole ed importante nelle: cartilagini,  nel liquido sinoviale, nella pelle, derma ed epidermide. Grazie alle sue proprietà può esercitare i seguenti effetti:

  • azione anti invecchiamento cutaneo
  • sostegno per le articolazioni
  • azione antinfiammatoria e analgesica
  • nutre le cartilagini

L’acido ialuronico sembra funzionare per mezzo di molti meccanismi di azione compresa la biosintesi della cartilagine ed il ripristino di liquido sinoviale normalizzandolo e rendendolo maggiormente visco-elastico.

E’ importante che l’acido ialuronico venga integrato in vari cicli l’anno, siccome con l’avanzare dell’età declina e pelle e articolazioni ne subiscono negativamente la carenza.

Quando possiamo utilizzare queste sostanze?

 A livello preventivo: Per il mantenimento del benessere articolare, indicato sia agli sportivi, sia alle persone dai 30 anni in su. Siccome il nostro corpo non è in grado di produrre da se tutte le sostanze utili al nutrimento e la lubrificazione delle cartilagini e strutture articolari in genere, siamo obbligati ad introdurle con l’alimentazione, ma siccome è molto difficile trovare le utili quantità di sostanze necessarie con il semplice cibo, l’integrazione di questi particolari nutrienti diventa d’obbligo se si vuole mantenere le articolazioni in salute.

Un ottima idea è fare 3 cicli l’anno di 2-3 mesi ciascuno con glucosamina e condroitina, in modo da sostenere, lubrificare, rigenerare le strutture articolari. Questo è un semplice ma efficace modo di mantenerle forti ed in salute per molto tempo, con la riduzione del rischio di problematiche da traumi e soprattutto la diminuzione di possibili malattie degenerative articolari come, artrosi e artriti.

In caso di dolori articolari: queste sostanze permettono in modo naturale di combattere le infiammazioni come artriti, tendiniti, borsiti, ecc. e di lubrificare e rigenerare efficacemente le strutture articolari apportando ad esse specifici nutrienti.

Per rinforzare le articolazioni: Prima e durante allenamenti intensi di qualsiasi genere siano, nutrire efficacemente le articolazioni permette di ridurre notevolmente i rischi da infortunio, infiammazioni e ingiurie in genere. questi integratori son in grado di rinforzare le strutture articolari sottoposte a carichi continui come con l’allenamento in palestra con i pesi, la corsa, la bici, ecc. Spesso senza saperlo le nostre articolazioni possono essere logorate a causa di molti fattori, come dal tipo di lavoro, dallo sport e anche dalla sedentarietà, quindi sono più deboli e a rischio di infiammazioni, ingiurie e malattie degenerative. Utili anche prima e durante la ripresa di allenamenti  ad esempio dopo uno stop, o prima e durante preparazioni atletiche intense, permette di preservare e rinforzare le nostre articolazioni.

Dopo un intervento chirurgico e durante la riabilitazione: Se siete stati sottoposti ad un intervento per fratture o problematiche osteo-articolari, e/o state facendo riabilitazione, l’uso di queste sostanze permette di accelerare i tempi di guarigione grazie all’apporto di sostanze nutritive che questo integratore è in grado di apportare a ossa, cartilagini, tendini, legamenti. Insomma a tutta la nostra struttura osteo-articolare.

Cervicalgia e dolori alla schiena: Dolore alla zona lombare, dolore cervicale e mal di schiena in genere, sono tra le più comuni cause di assenza dal lavoro, di costi per la sanità e di utilizzo di medicine antinfiammatorie. L’uso sia a scopo preventivo che curativo (sinergico a cure specifiche), di tali sostanze riduce il rischio di dolori e infiammazioni alla schiena e un più rapido recupero in caso di infiammazioni localizzate.

Dolori muscolari: Grazie a tali sostanze anche infiammazioni e dolori muscolari, di origine sia traumatica (contratture e stiramenti), sia derivata da: sforzi fisici lavorativi, forte affaticamento o da intensi allenamenti, possono trovare sollievo per mezzo della formulazione unica di sostanze presenti in questo eccezionale integratore.

Quì di seguito sono riportati alcuni esempi concreti relativi ai benefici dell’utilizzo di queste sostanze:

Atleti di forza, potenza, velocità (body building, box e arti marziali, velocisti)

Sport di squadra (calcio, volley, basket, ecc…)

Sport di resistenza (corsa, ciclismo, nuoto, ecc…)

  • Riduce la possibilità d’infortuni  osteo-articolari e muscolari
  • Effetto antinfiammatorio naturale
  • Riduce crampi e spasmi muscolari
  • Migliora il recupero muscolare
  • Aumenta l’energia e migliora la contrazione muscolare

Come prevenzione generale dalle patologie osteoarticolari

  • Rigenera le cartilagini
  • Lubrifica le articolazioni
  • Previene l’artrosi
  • Azione antinvecchiamento articolare

Coadiuvante in caso di: patologie osteoarticolari degenerative, in caso di traumi, durante la fisioterapia post intervento

In caso di cervicalgie, mal di schiena, problemi a spalle, gomiti e ginocchia

  • Effetto antinfiammatorio
  • Effetto analgesico
  • Rigenera le cartilagini
  • Allevia i sintomi dell’osteoartrite
  • Velocizza la cicatrizzazione delle ferite e riduce il tessuto cicatriziale
  • Migliora la mobilità articolare
  • Riduce il gonfiore delle articolazione
  • Riduce la rigidità articolare mattutina

RICERCHE E STUDI

In uno studio pubblicato su PLoS One, la combinazione di glucosamina e condroitina ha mostrato la capacità di ridurre l’infiammazione, configurandosi come potenziale agente antinfiammatorio

In questo nuovo studio i ricercatori hanno osservato che l’assunzione di glucosamina e condroitina ha ridotto i livelli della proteina C reattiva (PCR), un marker importante di infiammazione.

Questi risultati potrebbero essere una spiegazione dell’azione benefica già osservata in passato. A 18 soggetti in sovrappeso sono stati somministrati giornalmente 1500 mg di glucosamina e 1200 mg di condroitina o placebo per 28 giorni.

Nel gruppo che aveva assunto la combinazione dei due composti è stata registrata la riduzione del 23% dei livelli di PCR rispetto il placebo, confermando gli effetti antinfiammatori già sperimentati in precedenti studi.

Gli Autori, visti gli esiti incoraggianti, sottolineano l’importanza di ulteriori ricerche che possano confermare il potenziale antinfiammatorio dei due composti.

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4342228/

 

il mix acido ialuronico, condroitina e collagene

E’ stato fatto uno studio in doppio cieco su sportivi non professionisti, per verificare l’efficacia sull’usura muscolare della somministrazione di un integratore a base di collagene, acido ialuronico e condroitina solfato (BioCell Collagen™) prima di una gara di resistenza.

Ai partecipanti sono stati somministrati 3 grammi di BioCell Collagen™ o un placebo 6 settimane precedenti la prestazione sportiva.

L’integratore ha mostrato di influenzare positivamente i marker biochimici chiave del tessuto connettivo muscolo-scheletrico danneggiato e di aumentare la resilienza allo stress in seguito all’esercizio di resistenza intenso.

BioCell Collagen™ è composto da cartilagine sterno di pollo standardizzato in acido ialuronico, condroitina solfato depolimerizzata e collagene parzialmente idrolizzato di tipo II, ottenuto attraverso un processo brevettato di idrolisi enzimatica che assicura la massima biodisponibilità nell’organismo di tali sostanze.

Acido ialuronico, condroitina solfato e collagene di tipo II sono efficaci agenti condroprotettivi che promuovono la sintesi della cartilagine, fornendo protezione e supporto alle articolazioni e limitando i danni a livello delle giunture.

L’acido ialuronico possiede in particolare un’azione antinfiammatoria, la condroitina solfato, glicosaminoglicano altamente idratato, di aspetto gelatinoso e viscoso, che migliora la funzionalità articolare, con conseguente diminuzione del dolore, del gonfiore e della rigidità.

Il collagene di tipo II è il più abbondante nella matrice articolare e negli studi ha mostrato di diminuire gonfiore e fragilità.

Ma BioCell Collagen™ agisce anche a livello di dermoprotezione e rinnovamento cutaneo. Infatti, acido ialuronico, condroitina solfato e collagene di tipo II sono componenti vitali del tessuto cutaneo e il loro declino nell’organismo è associato all’invecchiamento.

Lavorano in sinergia per ripristinare la viscoelasticità cutanea e ridurre i danni da photoaging, favoriscono la cicatrizzazione proteggendo e rinforzando il tessuto connettivo.

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4271657/

 

La curcuma è utile per l’osteoartrosi

La curcuma, grazie alla presenza di curcumina, ha già fornito numerosi risultati interessanti e quest’ultimo studio è un’ulteriore conferma dell’effetto benefico di questo salutare pigmento giallo.

Lo studio, pubblicato su The Open Rheumatology Journal, contiene i dati raccolti da 110 medici generici del Belgio, ottenuti osservando 820 soggetti sofferenti di osteoartrosi e trattati con un estratto di curcuma per oltre 6 mesi.

I risultati hanno evidenziato che la somministrazione di 84 mg di curcumina al giorno per 6 settimane ha fornito un significativo miglioramento del dolore, della flessibilità articolare e della qualità di vita dei partecipanti.

La curcumina, inoltre, ha ridotto il concomitante consumo di antinfiammatori, analgesici e agenti condroprotettori, oltre a mostrare un alto grado di soddisfazione tra i pazienti.

Il miglioramento clinico si è mantenuto fino a 6 mesi, nonostante la contemporanea riduzione delle terapie farmacologiche alla sesta settimana, dimostrando che il beneficio non era da attribuire all’azione dei farmaci.

Lo studio conclude suggerendo che il migliore impiego della curcumina sia nelle osteoartrosi del ginocchio e dell’anca, anche se effetti benefici sono stati riportati in altre condizioni degenerative articolari.

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4209497/

Non si giudica il merito di un uomo dalle sue grandi qualità ma dall'uso che ne sa fare.
Andrea Rizzo
andrea