VELOCI A TAVOLA E LA BILANCIA SI IMPENNA....

-by Dott.Andrea Rizzo-

mangiare_velocemente

 

Mangiare velocemente fa mangiare di più. Secondo un nuovo studio greco, che comparirà a gennaio sull’Endocrine Society’s Journal of Clinical Endocrinology & Metabolism (JCEM), divorare i pasti velocemente ridurrebbe infatti il rilascio degli ormoni che inducono il senso di sazietà. E in assenza di tali ormoni, il rischio è quello di esagerare con le quantità e con i chili di troppo.

A dieta dopo i 40: sette cibi taglia-calorie.
“Il nostro studio – spiega Alexander Kokkinos, autore dello studio – fornisce una possibile spiegazione del rapporto tra la velocità di pasteggio e l’abuso di cibo, mostrando come la velocità con la quale ognuno mangia abbia un impatto sulla produzione degli ormoni intestinali che segnalano al cervello il raggiungimento della sazietà”.

In linea senza dieta: occhio a noia e amici.
Nel corso della ricerca ai partecipanti sono stati fatti consumare 300 ml di gelato a ritmi diversi. E i ricercatori hanno rilevato come i soggetti che avevano consumato il gelato più lentamente avessero una maggiore concentrazione degli ormoni che regolano l’appetito, oltre che un più elevato senso di pienezza. “I nostri risultati – conclude Kokkinos – possono anche spiegare il fenomeno moderno del consumo eccessivo di cibo, ovvero il fatto che molte persone, prese dal lavoro e dalle frettolose abitudini di vita metropolitane, mangiano spesso velocemente e in quantità maggiori.

Non si giudica il merito di un uomo dalle sue grandi qualità ma dall'uso che ne sa fare.
Andrea Rizzo
andrea