VITAMINA C ma quanti benefici

-By Dott. Andrea Rizzo-

VITAMINA C3

La vitamina C, o acido ascorbico, è una vitamina idrosolubile essenziale per l’uomo, perché il nostro organismo non è in grado di produrla.

  • Valido antiossidante
  • Migliora la salute cardiovascolare
  • Protezione da danni genetici al DNA
  • Favorisce la sintesi di collagene
  • Favorisce l’assorbimento del ferro
  • Migliora le difese immunitarie
  • Migliora il recupero nello sport
  • Riduce l’affaticamento generale

Questa importante vitamina fornisce una potente protezione antiossidante e svolge molteplici ruoli. Infatti partecipa alla sintesi del collageno, favorisce l’assorbimento di ferro, interviene nel metabolismo di alcuni neurotrasmettitori, nonché nel metabolismo dell’istamina e alla sintesi e alla liberazione delle prostaglandine.

Il suo fabbisogno aumenta in caso di attività sportiva, stress, fumo e assunzione prolungata di farmaci e contraccettivi orali.

Il suo utilizzo è indicato inoltre per prevenire e curare infezioni, raffreddori, allergie, anemia e fragilità capillare.

RICERCHE A RIGUARDO

studi evidenziano il ruolo della vitamina C nella protezione dal danno genetico indotto da fattori esterni.
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/22178550

La vitamina C può diminuire il rischio di raffreddore in persone sottoposte a forti stress fisici

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/23440782

La vitamina C è benefica per gli sportivi
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/25010554

In soggetti sovrappeso la vitamina C può ridurre l’affaticamento

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/22677357

Negli anziani livelli plasmatici maggiori di vitamina C migliorano le performance sportive

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/21934124

3 g di vitamina C al giorno sono stati capaci di attenuare il dolore muscolare percepito dopo l’esercizio e ridurre un importante indicatore del danno muscolare (creatin chinasi). Tutto ciò associato ad un esercizio eccentrico.

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/16948483

1500mg di vitamina C assunta per oltre 12 giorni in atleti che si esercitano in modo estremamente intenso e spossante per l’organismo, rendendo l’organismo suscettibile alla malattia (esempio ciclismo ad esaurimento in un ambiente molto caldo) è stato in grado di ridurre il picco di cortisolo associato a tale esercizio fisico.

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/19223675

La somministrazione di 1000mg di acido ascorbico con 400UI di alfa-tocoferolo aumentano la densità minerale ossea. Ciò potrebbe essere utile nel prevenire o aiutare nel trattamento dell’osteoporosi senile.

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/20617290

COSA DICE LA RICERCA ATTUALE SULLA SALUTE CARDIOVASCOLARE

Ricercatori britannici hanno scoperto che la somministrazione di vitamina C, a dosaggi maggiori di 500 mg al giorno, può migliorare lo stato dell’endotelio, il tessuto che riveste la superficie interna dei vasi sanguigni ed essere utile per la salute cardiovascolare in soggetti con diabete, aterosclerosi e insufficienza cardiaca.

L’endotelio aiuta a mantenere l’elasticità dei vasi sanguigni e partecipa alla regolazione dell’attività dei neutrofili, un tipo di globulo bianco con funzione di difesa dell’organismo contro le infezioni.

Una funzione endoteliale compromessa espone al rischio di ipertensione e infiammazioni croniche delle arterie.

Questa rassegna ha analizzato i dati di 44 studi randomizzati controllo, totalizzando 1100 soggetti, per valutare l’effetto della somministrazione di vitamina C sulla funzione endoteliale.

La metanalisi ha mostrato un collegamento positivo tra dosaggio di vitamina C e miglioramento della funzione endoteliale. L’effetto della vitamina C è sembrato anche dipendere dallo stato di salute, mostrando i migliori risultati nei soggetti con rischio cardiovascolare.

ALCUNI IMPORTANTI STUDI  SULLA SALUTE CARDASCOLARE

Questi effetti benefici sembrano dovuti alla capacità della vitamina C di proteggere contro il danno ossidativo, contrastare l’infiammazione dei vasi e aumentare la biodisponibilità dell’ossido nitrico, un composto che favorisce la dilatazione dei vasi sanguigni e aiuta a mantenere una corretta funzione endoteliale.

http://www.atherosclerosis-journal.com/article/S0021-9150(14)00203-2/pdf

Nelle persone con sindrome da tachicardia posturale, la vitamina C è in grado di aumentare il flusso di sangue e l’attività del microcircolo

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/21622825

Vitamina C, attraverso il suo potenziale antiossidante, è in grado di ridurre la disfunzione endoteliale

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/22153532

Nei bambini obesi, che sono soggetti a pressione arteriosa alta, durante fasi di stress mentale, la vitamina C a 500 mg è stata in grado di creare vasodilatazione periferica e ridurre il picco atteso della pressione arteriosa a livelli accettabili

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/21552645

La somministrazione orale di vitamina C attenua la disfunzione endoteliale dopo il fumo di sigaretta

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/14743545

Insieme inizieremo un percorso ricco di soddisfazioni verso il raggiungimento dei tuoi obbiettivi. Il protagonista sei tu, sei tu il padrone della tua vita, della tua forma del tuo benessere!
Claudio Garombo
claudio